Campagna promossa da  SOS Ragazzi

In questi giorni continua alla Camera l’iter del ddl “Disposizioni in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati.” Spinto da un inter gruppo parlamentare di cui fanno parte più di 100 onorevoli (quasi tutti PD-M5S-SEL), il ddl mira alla liberalizzazione della cannabis, ovvero dei derivati della canapa quali marijuana e hashish.

In pratica, se questa legge dovesse essere approvata, verranno aperti nelle nostre città appositi negozi in cui acquistare droga in tutta tranquillità, con tanto di bollino dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli!

SOS Ragazzi si oppone con forza a questo ddl e invita tutti gli italiani che hanno a cuore il futuro e la salute delle nuove generazioni a far sentire la propria voce al Ministro Beatrice Lorenzin.

Fermiamo la legalizzazione della droga in Italia: firma anche tu la petizione al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin!

 

Per consultare l'Informativa sulla Privacy, clicca qui

Firma e fai sentire la tua voce al Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin!

Firma la petizione!

Onorevole Ministro Lorenzin,

è con viva preoccupazione che le scrivo per attirare la sua attenzione su quanto sta accadendo in Parlamento, dove si sta discutendo il ddl “Disposizioni in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati”. Dall’alto del suo ruolo di garante della salute di tutti gli italiani, specialmente di quelli più giovani e vulnerabili, le chiedo di fare tutto quanto è in suo potere per fermare questo progetto di legge che punta a rendere legale il possesso di sostanze così dannose come la marijuana e l’hashish.

Il testo base del ddl prevede la legalizzazione del possesso di cannabis per i maggiorenni fino a 15 g e la sua vendita al dettaglio in appositi negozi dedicati, tramite l’istituzione di un apposito monopolio di Stato: in questo modo il nostro Paese diventerà ufficialmente uno spacciatore! La nostra Repubblica non può speculare e rendersi complice della diffusione di sostanze così dannose che provocano, anche a per un consumatore saltuario, pericolosi effetti sull’organismo e sulla psiche, come numerosi studi scientifici hanno ampiamente dimostrato.

Il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha evidenziato che nel 2014 quasi il 25 % degli under 18 ha dichiarato di aver fatto uso di cannabis, in aumento di quasi 2 % rispetto all’anno precedente.

Il celebre magistrato Paolo Borsellino nel 1989 affermava: “La legalizzazione del consumo di droga non elimina affatto il mercato clandestino, anzi avviene che le categorie più deboli e meno protette saranno le prime ad essere investite dal mercato clandestino.”

Legalizzare la cannabis significherebbe facilitare ancor più la diffusione di questa sostanza così pericolosa che provoca danni ancora più seri se assunta nell’età dell’adolescenza. Per questo, insieme alla moltitudine di italiani preoccupati per il futuro e la salute delle nuove generazioni, invoco un suo intervento a difesa dei nostri ragazzi: le chiedo il coraggio di un pronunciamento chiaro contro questo ddl e di fare tutto quanto è in suo potere per fermarlo.

È in gioco la salute e il futuro di tantissimi giovani: gli italiani non potranno che esserle riconoscenti!

Cordialmente

NO alla legalizzazione della droga! Firma la petizione!

Petizione indirizzata al Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin

Condividi su Facebook
Condividi con Twitter

Legalizzazione

cannabis:

NO grazie!

Fix the following errors:
Hide